Morena “Shree Sundari” Firpo insegnante di Akhanda Yoga e l’attore Sergio Muniz ci raccontano come hanno vissuto il loro periodo di lockdown, tra yoga, meditazione e coltivazione dell’orto.

“Abbiamo raccolto le nostre uova riscoprendo il piacere di prenderci cura del pollaio e di coltivare l’orto, trascorrendo giornate all’aperto sotto i raggi benefici del sole, lontano dalle paure. Ci siamo resi conto che coltivare aiuta l’umore e ti permettere di riscoprire e comprendere il valore del cibo e del benessere nutrizionale. Coltivare era un po’ come la nostra Sadhana, la nostra pratica quotidiana spirituale.”

Al centro della loro vita c’è lo studio di Akhanda Yoga a Levanto, dove propongono uno stile di Hatha Yoga contemporaneo proveniente dall’Himalaya. Questa disciplina incorpora sequenze equilibrate di asana, pranayama, rilassamento, canto dei mantra, meditazione, kriya, e filosofia yoga. Un approccio olistico in cui elementi delle tradizioni Hatha, Raja, Tantra e Kundalini Yoga vengono integrati in un sistema completo, equilibrante e fortificante per l’intero complesso corpo-mente-spirito.

L’approccio Akhanda porta avanti la saggezza antica per un’età moderna, abbracciando il Tutto dello Yoga. Posture, respiro, suono, meditazione e saggezza yogica sono tutti abilmente sequenziati in ogni classe per allineare i cinque strati di sé.

Gabriella Origano

Gabriella Origano

Direttore Editoriale di OlisticNews, giornalista iscritta all’elenco dei pubblicisti dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia; lavora per anni nel campo delle Digital Graphic Arts per importanti editori e aziende internazionali. Scopre la...