Meditare a colori

Viviamo in una società che ci trascina verso lo stress, perciò abbiamo tutti bisogno di “rallentare” i pensieri.

La nostra mente può essere placata attraverso il potere della meditazione.

Secondo diversi studi, la meditazione aiuta ad allontanare lo stress e i pensieri negativi, quindi si evitano gli attacchi di ansia. La scienza non ha più dubbi sugli enormi vantaggi della meditazione, che aiuta ad avere più consapevolezza delle proprie risorse interiori.

A tutto ciò possiamo aggiungere il meraviglioso mondo dei colori, che può completare ogni forma di meditazione.

Possiamo dire che “meditare a colori” può aiutare a ritrovare vitalità, entusiasmo ed energia.

Ci sono dei colori in particolare che più di altri ci possono aiutare nella meditazione. Vediamoli.

 

I colori che placano la mente

Bianco

Il primo colore che può aiutarci a meditare è sicuramente il bianco. Questo è il colore della luce e comprende tutti i colori dello spettro luminoso.

Questo colore ci può aiutare a trovare la speranza per il futuro, in relazione a qualche evento che magari ci preoccupa. Il bianco ha anche la funzione di aiutarci a ritrovare fiducia nel prossimo, magari nei confronti di qualche amico che ci ha deluso. Più di tutti gli altri colori, il bianco rappresenta lo stato di purezza e di innocenza; può indicare sentimenti nobili, ma soprattutto si lega bene al mondo della spiritualità.

Il bianco ci aiuta molto nella meditazione perché è il colore che più di tutti rappresenta il silenzio, elemento fondamentale per ogni meditazione. Questo colore ci aiuterà a sentire solo i movimenti interiori, eliminando ogni distrazione.

 

Oro

Un altro colore che può aiutarci nella meditazione è il color oro. Questo colore ci ricorda la grande ricchezza che custodiamo dentro i nostri cuori.

L’oro ha ornato ogni forma di bellezza nella storia dell’uomo, perciò è un colore che ci farà riflettere sulla nostra bellezza, su quanto crediamo di valere.

Normalmente questo colore viene associato al sole, quindi alla luce solare, luce capace di trasmettere calore e forza. Il colore oro ci guida inoltre verso uno stato di liberazione, ovvero ci aiuta a sciogliere i nostri blocchi emotivi e mentali. Questo è il colore della espansione.

 

Violetto

Anche il violetto può aiutarci a meditare meglio. Questo è per eccellenza il colore della spiritualità.

Questo colore va a lavorare sui chakra superiori, in particolare sull’ultimo, chiamato Sahasrara, ovvero “mille petali”. È il centro energetico della corona, ed è descritto come un fiore di loto con mille petali di colori diversi. Questo è il chakra più sottile del sistema, relativo alla pura coscienza. È a questo chakra che tutti gli altri chakra emanano.

Il color violetto ci riporta così alle alte sfere energetiche del nostro essere.

 

Rosa

C’è anche il colore rosa che può aiutarci a meditare, perché questo colore è associato al grande potere di perdonare, per poter lasciar andare.

Attraverso la meditazione con il color rosa, possiamo comprendere che dobbiamo perdonare non tanto perché gli altri meritano il perdono, ma perché siamo noi a meritare la pace.

Se vogliamo veramente amare noi stessi e il mondo che ci circonda, dobbiamo imparare a perdonare, perché il perdono libera l’anima.

Il colore rosa ha inoltre il grande potere di liberarci dalla paura, sempre attraverso il perdono.

Ecco che il perdono è dunque un potente strumento posto nelle nostre fragili mani.

Giada

Ultimo colore che consideriamo tra quelli più utili alla meditazione è il color giada, che ci aiuta a far pace con le questioni di cuore. Molti di noi sono turbati dalle relazioni di coppia, perciò tanti vorranno ricorrere a questo colore.

Il problema è che facciamo fatica a relazionarci con il partner quando siamo turbati, quindi cadiamo nel litigio o in forme di conflitto. Una profonda meditazione può aiutarci ad evitare tale conflitto, così da presentarci dinanzi al partner con la mente libera dal turbamento o dalla rabbia.

In conclusione tanti possono essere gli aiuti che i colori ci offrono nella meditazione. Una cosa è certa: meditare a colori fa bene al nostro corpo, alla nostra mente e alla nostra anima. Attraverso la meditazione a colori impareremo ad entrare in contatto con il silenzio che è dentro di noi, quindi potremo conoscere meglio noi stessi e la realtà che ci circonda.

Per approfondire vai al libro qui: https://bit.ly/3jTiE9O

Gabriella Origano

Direttore Editoriale di OlisticNews, giornalista iscritta all’elenco dei pubblicisti dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia; lavora per anni nel campo delle Digital Graphic Arts per importanti editori e aziende internazionali. Scopre la...